Il Libro

LIBIA: CAMPO DI BATTAGLIA TRA OCCIDENTE E EURASIA
2012, 338 p., ISBN: 978-88-907379-2-3, € 25,00
Anteo Edizioni
 

La guerra di rapina contro la Libia, è solo un episodio della guerra occidentale contro l’Africa.
L’aggressione e l’invasione alla Repubblica Popolare Socialista della Jamahiriya di Libia, è stata presentata quale ‘spontanea’ rivoluzione dei ‘giovani democratici’ desiderosi di realizzare il sogno democratico e diritto-umanitarista sulla terra libica. Nulla di più lontano dalla verità dei fatti di una simile interpretazione, peraltro in un’ottica esclusivamente occidentale.
La Libia, il suo popolo e il suo leader Muammar Gheddafi, sono vittime dello scontro geopolitico e geostrategico che caratterizza l’epoca del post-Guerra Fredda. Il riposizionamento dell’equilibrio mondiale, che vede affermarsi i giganti asiatici e latinoamericani, e la rinascita della Russia, uscita dal letargo del decennio eltsiniano, allarma le potenze occidentali, spingendone i circoli dominanti a reagire in modalità sempre più efferate e miopi, ricorrendo all’impiego di tutti quei mezzi violenti che l’esperienza colonialista e imperialista occidentale ha saputo dotarsi in secoli di guerre di conquista.
Contro la Libia Popolare, l’occidente e i suoi alleati arabi reazionari, hanno scatenato tutto l’arsenale militare, spionistico, economico, diplomatico e massmediatico in loro possesso. I risultati sono stati la distruzione dello stato più prospero dell’Africa, la destabilizzazione irresponsabile di tutta l’Africa sahariana, ma anche, felicemente, l’esaurimento delle capacità dell’Occidente nel poter manipolare il resto del Mondo.
L’assassinio di Gheddafi e di suo figlio Mutassim Billah, venne deciso quando Hillary Clinton, la segretaria di stato dell’amministrazione statunitense Obama, compì un oscuro quanto breve viaggio in una base aerea vicina a Tripoli, dove incontrò vari esponenti del CNT, tra cui il capo di al-Qaida in Libia, Belhaj. 24 ore dopo la sua partenza, venne eliminato Gheddafi che, apparentemente, era stato catturato qualche giorno prima durante un pesante attacco aero-terrestre su Sirte.
Hillary Clinton probabilmente giunse appositamente per ordinare ai capi dei mercenari islamisti e agli ufficiali in comando stranieri, della NATO e del Consiglio degli stati del Golfo, l’esecuzione del leader libico, sia per eliminare un testimone estremamente scomodo, sia per minacciare gli altri leader arabi che si oppongono alla sovversione islamo-atlantista in Medio Oriente.

Anteo Edizioni

INDICE
PREFAZIONE di Giovanni Armillotta 5

Capitolo 1
LA LIBIA NEL QUADRO GEOPOLITICO MONDIALE 17
1. Libia: Golpe e Geopolitica 17
2. Il ruolo dell’islamismo radical-coloniale e della sinistra brezinskiana occidentale 22
3. La Guerra contro la Libia, una guerra contro l’Africa 27
4. Gheddafi, Osama bin Ladin e i kamikaze occidentali 33

Capitolo 2
LE OPERAZIONI SUL TERRENO 37
1. Le forze armate della Libia 37
2. Le forze golpiste 41
3. L’aggressione alla Libia: la scintilla 43
4. Le operazioni clandestine 48
5. Le operazioni delle forze armate libiche 59
6. La genesi delle risoluzioni ONU 1970 e 1973 89
7. Le fasi dell’aggressione della NATO 94
8. Il ruolo delle forze speciali della coalizione anti-Jamahiryia: l’occupazione di Tripoli 312
9. Il Qatar, la Turchia e la Libia del CNT 317

Capitolo 3
LA CRISI IN LIBIA E LE SUE RIPERCUSSIONI ECONOMICO-ENERGETICHE IN ITALIA 321

Capitolo 4
CONCLUSIONI 329
1. 1898-2011. Dall’alba alla sirena imperialista: Odissea di una nuova era geopolitica 329
2. Dove porta l’aggressione alla Libia? 334

FONTI
335

8 risposte a “Il Libro

  1. Pingback: La lezione libica e la Jihad in Medio Oriente | Aurora

  2. Pingback: La Libia scivola sul sentiero della Somalia | Aurora

  3. Pingback: Il puzzle libico nell’assalto all’Africa | Aurora

  4. Pingback: La situazione sempre più precaria della Libia | Aurora

  5. Pingback: Cosa succede in Libia? | Aurora

  6. Pingback: La situazione in Libia: ambizioni militari e racket del petrolio | Aurora

  7. Pingback: L’amministrazione Obama ha pianificato la distruzione della Libia e la morte di Gheddafi | Aurora

  8. Pingback: L’IMPERIALISMO OCCIDENTALE-capitolo V. L’amministrazione Obama ha pianificato la distruzione della Libia e la morte di Gheddafi | ilblogdinicolaBari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...